Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Aprile;139(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Aprile;139(2):139-43

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Aprile;139(2):139-43

 CASI CLINICI

Pemfigo volgare e rituximab. Descrizione di un caso

Marzocchi V. 1, Virgolini L. 2

1 Unit of Dermatology “S. Maria della Misericordia” Hospital, Udine, Italy
2 Medicine Unit II, Department of Medicine I “S. Maria degli Angeli” Hospital, Pordenone, Italy

Il pemfigo volgare è una grave malattia bollosa mucocutanea, a patogenesi autoimmune, dovuta alla presenza di anticorpi anticaderine desmosomiali. Potenzialmente fatale, viene generalmente trattato con immunosoppressori, più frequentemente corticosteroidi. Riportiamo un caso di pemfigo volgare resistente a ogni trattamento, che ha ceduto al rituximab, anticorpo murino umanizzato anti CD20 dei linfociti B.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina