Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Giugno;138(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Giugno;138(3):219-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Giugno;138(3):219-23

lingua: Italiano

Verruche anogenitali. Un recente approccio terapeutico

Donofrio P., Del Sorbo A., Donofrio Pa., Sammarco E., La Forza M. T.

Clinica Dermatologica Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Napoli


PDF  


Obiettivo. I condilomi acuminati (definiti dagli anglosassoni genital warts), causati dall’ human papillomavirus (HPV), vengono trattate con molti metodi sia fisici che chimici, ma il limite di tali trattamenti è rappresentato dalla frequenza delle recidive. Inoltre tutti questi trattamenti, che si basano sulla distruzione delle lesioni, sono spesso dolorosi e costosi.
L’obiettivo primario di questo studio è stata la valutazione dell’efficacia dell’imiquimod crema al 5%. L’imiquimod è una recente molecola ad uso topico che modula la risposta immune usata per il trattamento delle verruche anogenitali esterne. Il farmaco induce i cheratinociti a produrre interferone e molte altre citochine che inibiscono la replicazione virale e promuove un’intensa risposta immunitaria cellulo-mediata.
Metodi. Abbiamo valutato l’efficacia dell’imiquimod crema 5% su 34 pazienti (25 di sesso maschile e 9 di sesso femminile) con verruche anogenitali esterne. Ai pazienti è stato chiesto di applicare imiquimod crema al 5% 3 volte alla settimana, a giorni alterni. I controlli sono stati effettuati ogni 2-3 settimane nel corso della terapia ed il follow-up successivo dopo 3 e 6 mesi.
Risultati. Ventotto dei 34 pazienti hanno portato a termine la terapia, 6 pazienti l’hanno interrotta per motivi personali. La regressione clinica completa delle lesioni si è ottenuta in 23 pazienti dopo 8 settimane e in 5 pazienti dopo appena 4 settimane di terapia. L’effetto locale di più frequente riscontro nel corso della terapia è stato eritema accompagnato da bruciore; 26 pazienti non hanno presentato recidive dopo 3 e 6 mesi dal termine della terapia, solo in 2 casi abbiamo osservato recidive entro 3 mesi dal termine del trattamento.
Conclusioni. Questo studio conferma l’efficacia dell’imiquimod 5% crema nel trattamento delle verruche anogenitali esterne.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail