Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1):37-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1):37-9

lingua: Italiano

Melanoma primitivo della cavità orale. Descrizione di un caso sottoposto a biopsia del linfonodo sentinella

Cecchi R. 1, Paoli S. 1, Giomi A. 1, De Gaudio C. 2

1 U.O. di Dermatologia Ospedale di Pistoia, Pistoia
2 U.O. di Medicina Nucleare Ospedale di Lucca, Lucca


PDF  


Il melanoma primitivo della cavità orale è un tumore di rara osservazione, che costituisce lo 0,2-8% di tutti i melanomi. Nella maggior parte dei casi si sviluppa a livello della mucosa del palato duro e della gengiva mascellare, fra il quarto e il settimo decennio di vita, con una lieve prevalenza nel sesso maschile.
Descriviamo il caso di un uomo di 76 anni che presentava una lesione nodulare acromica di 4 mm di diametro, con una macula pigmentata adiacente a livello del palato duro. La formazione nodulare veniva parzialmente asportata in altra sede e l’esame istologico mostrava un melanoma invasivo amelanotico.
Il paziente è stato da noi sottoposto a exeresi allargata della lesione residua e biopsia del linfonodo sentinella. I melanomi del cavo orale hanno una prognosi più severa rispetto a quelli cutanei, e ciò è spesso attribuibile a ritardi nella diagnosi e nel trattamento. Pertanto raccomandiamo di controllare anche questa sede durante i periodici autoesami che i pazienti dovrebbero effettuare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail