Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1):31-4

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Febbraio;138(1):31-4

 ARTICOLI ORIGINALI

Efficacia e tollerabilità del bis-butyl-carboethylene nel trattamento della scabbia

Masci S. 1, Bruno M. 2, Falagiani P. 2, Finizio L. 3, Riva G. 2, Simonetto D. 3

1 Department of Dermatology University of Chieti “SS. Annunziata Hospital”, Chieti
2 Scientific Division Lofarma SpA, Milan
3 Dermatology Unit “Cà Foncello” Hospital USSL 9, Treviso

Obiettivo. La scabbia è una infestazione della cute causata da un acaro denominato Sarcoptes scabiei. Scopo del presente studio è stato quello di verificare l’efficacia e la tollerabilità di un nuovo schema di trattamento di una lozione dermatologica per la scabbia contenente bis-butyl-carboethylene.
Metodi. Sono stati valutati 87 pazienti, (42 maschi e 45 femmine, con età variabile da 5 a 76 anni; età media: 36 anni), affetti da scabbia. La durata del trattamento era di 3 giorni (1° ciclo, obbligatorio), più, se necessario altri 2 giorni (2° ciclo, opzionale). Per la valutazione dell’efficacia, sono state considerate la scomparsa delle lesioni cutanee e i sintomi come il prurito, i risvegli notturni e il prurito notturno.
Risultati. Quattordici pazienti (16,1%), con remissione completa delle lesioni e dei sintomi alla fine del 1° ciclo, hanno sospeso il trattamento. Gli altri 73 (83,9%) hanno ricevuto il 2° ciclo. La scomparsa delle lesioni cutanee è stata documentata in 70 dei 73 pazienti (95,9%). Nel complesso, si è osservata una remissione completa delle lesioni cutanee alla fine del 1° o del 2° ciclo di terapia in 84 degli 87 pazienti (96,5%). In 85 degli 87 pazienti (97,7%), si è osservato un miglioramento del prurito; 47 dei 61 pazienti (77%) hanno riferito un miglioramento del prurito notturno al termine del 1° ciclo e 50 dei 53 pazienti (94,3%) al termine del 2° ciclo. Il numero dei risvegli notturni è diminuito in 59 dei 61 pazienti (96,6%). Sette pazienti (8%) hanno riferito reazioni avverse lievi localizzate all’area cutanea dove era stato applicato il prodotto.
Conclusioni. Questo nuovo regime terapeutico con bis-butyl-carboethylene si è dimostrato efficace e sicuro nel trattamento dei pazienti con scabbia.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina