Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 Ottobre;137(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 Ottobre;137(5):341-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 Ottobre;137(5):341-5

lingua: Inglese

Carcinoma siringoide eccrino: due casi

De Pasquale R., Nasca M. R., Caltabiano R., Innocenzi D., Micali G.

1 Dermatology Clinic, University of Catania, Catania
2 Dermatology Clinic, University “La Sapienza”, Rome


PDF  


Il carcinoma siringoide eccrino è un raro adenocarcinoma eccrino primitivo a crescita lenta e localmente aggressivo, che raramente coinvolge i linfonodi. Esso è caratterizzato istologicamente da una proliferazione tubulocistica in uno stroma fibrovascolare denso, che coinvolge il derma a tutto spessore ed in alcuni casi il tessuto sottocutaneo con invasione perineurale e del muscolo erettore del pelo. Si conoscono tre varianti di carcinoma siringoide eccrino, ben differenziato, moderatamente differenziato e poco differenziato. Vengono riportati due casi, rispettivamente di carcinoma moderatamente e poco differenziato, localizzati al cuoio capelluto in due donne adulte, caratterizzati da un decorso clinico alquanto diverso. La prima paziente presentava una singola lesione che era lentamente aumentata di dimensioni, senza determinare metastasi linfonodali, né viscerali. La seconda paziente mostrava molteplici noduli, che interessavano un’ampia regione del cuoio capelluto, e coinvolgimento metastatico. I casi qui riportati sottolineano l’importanza di un’accurata valutazione del "grading" istologico per un’appropriata stadiazione clinica e per un opportuno approccio terapeutico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail