Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4):281-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4):281-6

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Ricerche corneometriche confermano l’efficacia di un nuovo preparato contenente ceramide 3, colesterolo ed acidi grassi nella xerosi cutanea secondaria. Risultati di uno studio pilota

Amato L., Mei S., Gallerani I., Moretti S., Fabbri P.

Clinica Dermatologica II Dipartimento di Scienze Dermatologiche Università degli Studi di Firenze, Firenze


PDF  


Obiettivo. La xerosi cutanea è un quadro clinico di comune riscontro caratterizzato da una cute secca, ruvida al tatto, lievemente desquamante associata spesso a microragadi sottili e superficiali. Obiettivo del lavoro è stato la dimostrazione mediante indagini corneometriche dell’efficacia di un nuovo preparato contenente ceramide 3, colesterolo, acido palmitico ed acido oleico, nella xerosi cutanea conseguente ad un eczema da contatto (allergico o irritativo) e ad una dermatite atopica.
Metodi. Lo studio è stato effettuato in un gruppo di 15 soggetti (5 affetti da eczema da contatto allergico; 5 da eczema da contatto irritativo; 5 affetti da dermatite atopica) e in un gruppo di controllo di 10 soggetti sani di pari età e sesso utilizzando un corneometro CM 420. La ricerca è stata eseguita sia sulla regione dorsale delle mani sia sulla regione deltoidea applicando il preparato in esame nella quantità di 3 mg/cm2 di cute. La valutazione dei parametri è stata eseguita al tempo 0 e dopo 30’, 60’, 180’, 48 ore.
Risultati. Il prodotto cosmetico esaminato si è dimostrato capace di aumentare in modo statisticamente significativo i valori corneometrici nelle aree indagate già dopo 30’. Questi risultati si mantengono ancora molto elevati fino a 180’, per poi avvicinarsi ai valori basali dopo 48 ore, mantenendo ancora una significatività statistica.
Conclusioni. Questa ricerca ancora preliminare dimostra la capacità idratante del prodotto cosmetico presumibilmente correlata sia al contenuto di ceramide 3, colesterolo ed acidi grassi, sia all’effetto semiocclusivo ottenuto dalla presenza di nano-particelle di paraffina solida del diametro inferiore ad 1 nm.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail