Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4):239-56

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

REVIEWS  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 August;137(4):239-56

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Determinazione urinaria del danno ossidativo del DNA

Cooke M. S., Evans M. D., Lunec J.

Oxidative Stress Group, Department of Clinical Biochemistry, Robert Kilpatrick Clinical Sciences Building, University of Leicester, Leicester Royal Infirmary, Leicester, UK


PDF  


Dal momento che il danno ossidativo del DNA è stato implicato nall’eziopatogenesi di molte affezioni, ivi inclusi il cancro e le cardiopatia, la determinazione sul siero e sulle urine dell’avvenuto danno delle matrici biologiche, quali il DNA, è indispensabile per comprenderne l’esatto ruolo e mettere a punto strategie di intervento. Nonostante si disponga di numerose tecniche per misurare i prodotti urinari del danno ossidativo del DNA, non è ancora ben chiaro il significato di queste determinazioni. Questi cataboliti urinari possono provenire dalla dieta, dal decadimento cellulare e, persino, dai processi riparativi del DNA. Qualora fosse possibile escludere le prime due fonti, un test urinario per i processi riparativi del DNA sarebbe di enorme importanza nello studio del danno del DNA e del suo significato patologico. Sono necessari ulteriori studi per esaminare questi tre parametri e quindi portare nuova luce sulla cinetica della formazione delle lesioni e della loro clearance in vivo. Una volta chiariti questi punti, le determinazioni urinarie del danno ossidativo del DNA potrebbero rappresentare qualcosa di più che il riflesso dello stress ossidativo generale. Con la nostra indagine e con quelle condotte in altri laboratori si stanno compiendo sensibili progressi verso l’interpretazione della determinazione sulle urine dell’avvenuto danno ossidativo e dei successivi processi riparativi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail