Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 June;136(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 June;136(3):213-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 June;136(3):213-6

lingua: Italiano

Fusariosi disseminata in leucemia linfatica acuta

Carrozzo A. M., Bianchi L., Hagman J., Campione E., Chimenti S.

Università degli Studi «Tor Vergata» - Roma Clinica Dermatologica


PDF  


Il Fusarium è un nuovo fungo patogeno emergente che si associa ad una significativa morbidità e mortalità nei pazienti immunocompromessi. Presentiamo un caso d’infezione sistemica da Fusarium in un paziente di 34 anni affetto da leucemia linfatica acuta. Le manifestazioni cutanee, precedute da febbre e mialgia, erano diffuse a tutto l’ambito cutaneo. L’esantema era caratterizzato da lesioni eritemato-papulose per lo più centrate da vescico-bolle che tendevano ad evolvere in croste. L’esame istologico metteva in evidenza la presenza di ife e spore a livello del derma medio e superficiale. La somministrazione di amfotericina B liposomiale ad alte dosi (6 mg/prokg/die per un mese e in seguito 4 mg/prokg/die per altri due mesi) in associazione con fattori di crescita granulocito-macrofagici portò a guarigione il paziente. Non si segnalano recidive a distanza di 8 mesi dalla risoluzione del quadro clinico. Il Fusarium è un comune saprofita della terra, patogeno per le piante e contaminante di cibi, che può nell’uomo colonizzare ulcere, ferite ed annessi ungueali, granulomi e celluliti. Insieme alla Candida e all’Aspergillo, il Fusarium risulta il fungo più comunemente isolato in infezioni sistemiche opportuniste in pazienti con neoplasie ematologiche. La comparsa, infatti, in un paziente immunocompromesso di improvvisa febbre, mialgie diffuse, ed esantema maculo-papuloso, deve far sospettare la diagnosi di micosi disseminata che consente la tempestiva attuazione di una terapia specifica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail