Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2):161-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2):161-3

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Carcinoma basocellulare dello scroto (Un nuovo caso)

Patrizi A., D’Acunto C., Fanti P. A., Neri I.

Università degli Studi - Bologna Dipartimento di Clinica Specialistica e Sperimentale Sezione di Clinica Dermatologica (Responsabile: Prof. C. Varotti)


PDF  


Il carcinoma basocellulare è considerato un tumore cutaneo delle sedi fotoesposte, infatti nell’85% dei casi si localizza alla testa, specie a livello del naso, ed al collo. Rare sono le possibili disseminazioni metastatiche che si realizzano con una incidenza variabile dallo 0,0028 allo 0,1%. Nonostante il carcinoma basocellulare sia la più frequente neoplasia cutanea maligna, l’interessamento dei genitali ed in particolare dello scroto è molto raro e solo pochi casi sono stati riportati in letteratura. In questa sede il carcinoma basocellulare ha maggiore propensione a dare metastasi (13% dei casi) e si presenta come una placca od un’ulcera con prevalente localizzazione all’emiscroto sinistro. L’età media di insorgenza è di 65 anni. Non sono stati dimostrati fattori predisponenti l’insorgenza del carcinoma basocellulare dello scroto a differenza di quanto avvenuto per il carcinoma a cellule squamose della stessa sede. L’ampia escissione locale e la microchirurgia di Mohs costituiscono il trattamento di elezione. Descriviamo il caso di un impiegato di 41 anni affetto da lesione nodulare dello scroto, che l’esame istologico ha mostrato di essere un carcinoma a cellule basali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail