Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2):147-51

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 April;136(2):147-51

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Herpes zoster in età pediatrica

Pulvirenti N., Tedeschi A., Dinotta F., De Pasquale R., Micali G.

Università degli Studi - Catania Clinica Dermatologica


PDF  


L’herpes zoster in età pediatrica è di infrequente osservazione. È stato pertanto svolto uno studio retrospettivo al fine di valutare la frequenza di herpes zoster presso gli ambulatori della nostra Clinica. È stato considerato il periodo gennaio 1987-dicembre 1999 e sono stati identificati 15 casi di herpes zoster in età pediatrica. Criteri diagnostici utili all’inclusione nella casistica sono stati l’aspetto clinico, la positività anamnestica per varicella e la negatività per manifestazioni recidivanti nella stessa sede, il risultato dell’esame citologico ed una sierologia anticorpale positiva per anti-virus varicella zoster e negativa per herpes simplex virus-1 e 2. Nei 15 pazienti (3 M, 12 F), d’età media di 9,4 anni (range 2-15 anni), la sede di localizzazione più frequente è risultata quella toracica (5 casi), seguita da quella toracobrachiale e lombare (3 casi per ciascuna), genitocrurale (2 casi), oftalmo-mascellare e cervico-faciale (1 caso per ciascuna). L’aspetto clinico delle lesioni variava da tipiche manifestazioni eritemato-vescicolose unilaterali a distribuzione dermatomerica, a gruppi limitati di vescicole distribuite disomogeneamente in una piccola area del dermatomero coinvolto. La sintomatologia soggettiva in 11 pazienti è risultata nei limiti della sopportabilità ed in 4 casi assente. Non si sono riscontrate in alcun caso malattie emolinfoproliferative o stati di immunodeficienza. È stata effettuata terapia con acyclovir per via orale (20 mg/kg 4 volte al dì per 1 settimana). Sulla base della relativa frequenza da noi osservata, unitamente all’esistenza di forme con presentazione clinica modesta, l’incidenza dell’herpes zoster in età pediatrica potrebbe essere sottostimata. Si sottolinea, infine, la benignità dell’affezione nel bambino.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail