Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 February;136(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 February;136(1):73-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI BREVI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2001 February;136(1):73-6

lingua: Italiano

Lo Skindex-29, un nuovo strumento per la valutazione della qualità della vita in dermatologia (Costruzione e validazione della versione italiana)

Abeni D., Picardi A., Puddu P. *, Pasquini P., Chren M. M. **

Istituto Dermopatico dell’Immacolata IDI-IRCCS - Roma Dipartimento di Epidemiologia e Psicologia Clinica
*Dipartimento di Dermatoimmunologia
**University of California, San Francisco, California Department of Dermatology


PDF  


Obiettivo. Le patologie dermatologiche possono avere gravi effetti sulla qualità della vita dei pazienti e sul loro benessere psicologico. È quindi molto importante disporre di strumenti in grado di misurare con attendibilità e accuratezza la qualità di vita dei pazienti affetti da malattie della pelle. Tra gli strumenti attualmente disponibili in campo internazionale, spicca per robustezza psicometrica e praticità d’uso lo Skindex-29, un questionario di autovalutazione che consente di valutare il peso dei sintomi, il funzionamento sociale e lo stato emotivo. Fino ad oggi, tale strumento non era disponibile per i dermatologi italiani. L’obiettivo di questo lavoro è stato quello di realizzarne una versione italiana attendibile e valida.
Metodi. Il questionario è stato tradotto e adattato sequendo note linee guida per l’adattamento transculturale degli strumenti per la misurazione della qualità di vita correlata allo stato di salute. Una prima stesura è stata sottoposta a due revisioni e sperimentata in una somministrazione pilota, e in seguito sono state effettuate anche delle retroversioni o «back-translation» che sono state discusse con uno degli Autori dello strumento originale.
Risultati. Questo procedimento ha consentito di ottenere una versione italiana che conserva la robustezza psicometrica e la facilità di impiego di quella originale.
Conclusioni. La versione italiana dello Skindex-29 potrà rivelarsi molto utile per la valutazione della qualità di vita in dermatologia sia nella pratica clinica che per scopi di ricerca.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail