Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5):617-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5):617-9

lingua: Inglese

Un caso di angioma verrucoso

Rubegni P., De Aloe G., Simplicio Cherubini F., Taddeucci P., Fimiani M.

From the Department of Dermatological Sciences University of Siena, Siena


PDF  


L’angioma verrucoso è una rara malformazione vascolare clinicamente caratterizzata da una chiazza o nodulo singolo di colorito rosso-bluastro, con margini netti, consistenza soffice, frequentemente localizzata a livello degli arti inferiori (95%), con esordio alla nascita o nella prima infanzia. La neoforma-zione tende ad accrescersi progressivamente assumendo il tipico aspetto ipercheratosico e verrucoso. Istopatologicamente la lesione si presenta come una proliferazione vascolare dermica che si estende fino al sottocutaneo. A livello dell’epidermide si osserva papillomatosi, acantosi ed ipercheratosi più o meno marcata, in relazione alla localizzazione della lesione, ai traumi a cui essa è stata sottoposta ed alle eventuali sovrainfezioni. Il trattamento di elezione consiste nell’asportazione chirurgica anche se le recidive sono frequentemente osservate. Riportiamo il caso di un uomo di 74 anni affetto da un angioma verrucoso localizzato a livello della gamba sinistra.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail