Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5):545-52

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Ottobre;135(5):545-52

 EDITORIALE

Eritroderma: un continuo enigma

Sigurdsson V., Toonstra J., Van Vloten W. A.

From the Department of Dermatology, University Medical Center Utrecht, the Netherlands

L’eritroderma è caratterizzato da eritema (quasi) generalizzato e da infiltrazione della cute. I sintomi sono malessere generale, prurito e ipotermia. L’incidenza è di 1 su 100.000 persone.
Sulla base di una rassegna della Letteratura su 863 pazienti, è stato osservato che le cause sono le seguenti: psoriasi ed eczema (53,6%), reazione ai farmaci (18,7%), linfoma cutaneo a cellule T (8,8%), paraneoplasie (0,50%) e cause idiopatiche (30,4%). Non sono state osservate anomalie specifiche in laboratorio, ad eccezione della sindrome di Sézary.
Le caratteristiche istopatologiche si riferiscono alla patologia che ha causato l’eritrodermite; il trattamento è difficile e dovrebbe essere basato su tale patologia.
La prognosi dell’eritroderma dipende dalla patologia che lo ha causato. Questa malattia può essere cronica e invalidante.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina