Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 August;135(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 August;135(4):491-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 August;135(4):491-5

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Cheratosi lichenoide cronica (Descrizione di due casi clinici)

Betto P., Gennari E., Trevisan G.

Azienda Ospedaliera di Vicenza Divisione di Dermatologia (Primario: Prof. F. Torregrossa)


PDF  


Si descrivono 2 casi di cheratosi lichenoide cronica (CLC) in due pazienti di colore. Il primo caso riguarda un uomo nato nel Ghana nel 1959, residente in Italia dal 1986. La dermatosi si è manifestata con lesioni papulo-nodulari cheratosiche multiple di colorito nero-bluastro, insorte in poussées successive che dal tronco si sono diffuse agli arti e al volto; alle regioni palmo-plantari erano presenti lesioni psoriasiformi, L’esame istologico è compatibile con la CLC. Il secondo caso riguarda un uomo nato nel Ghana nel 1953, in Italia dal 1990, con AIDS dal 1993. La dermatosi, costituita da elementi papulo-nodulari cheratosici, è iniziata al tronco e poi si è estesa agli arti; alle regioni palmo-plantari erano presenti lesioni psoriasiformi. L’esame istologico di un elemento nodulare al tronco è compatibile con la CLC. Non sono stati segnalati in precedenza casi di CLC associata a AIDS. Questa entità clinica fu descritta per la prima volta da Kaposi nel 1895 ed è considerata, da alcuni Autori, una variante del lichen ruber planus. Tale dermatosi rara, cronica e progressiva ha un’eziologia sconosciuta ed è di difficile inquadramento nosologico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail