Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Agosto;135(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Agosto;135(4):421-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Agosto;135(4):421-5

lingua: Italiano

Indagine sulla prevalenza dei nevi negli adolescenti della città di Verona (Dati preliminari)

Barba A., Tomelleri F., Tessati G., Chieregato C.

Università degli Studi - Verona Istituto di Dermatologia e Venereologia (Direttore: Prof. G. C. Chieregato)


PDF  


Obiettivo. Indagare la prevalenza dei nevi melanocitari in una popolazione di adolescenti della provincia di Verona correlando tale dato con le principali caratteristiche fenotipiche dei soggetti stessi (colore occhi e della cute, fototipo) e con la loro storia di esposizione alla luce solare.
Metodi. Nel periodo febbraio-maggio 1996, sono stati sottoposti ad esame obiettivo dermatologico 262 adolescenti appartenenti alla terza classe della scuola media inferiore. Nel corso della visita gli osservatori hanno registrato: dimensioni e topografia di tutti i nevi melanocitari di diametro superiore a 2 mm, caratteristiche fenotipiche, fototipo, pattern di distribuzione di lentiggini ed efelidi. Ai genitori è stato richiesto di compilare un questionario sulle abitudini di vita dei figli. L’analisi statistica è stata eseguita con i test di Friedman e Wilcoxon per campioni appaiati ed il test di Kruskal-Wallis per campioni indipendenti.
Risultati. Sono stati arruolati 127 maschi e 135 femmine, superficie cutanee media rispettivamente m2 1,6±0,3 e m2 1,5±0,2. È stata riscontrata una maggior prevalenza di nevi, statisticamente significativa, sulle aree di cute ad alta e media esposizione (p<0,001). Abbiamo osservato un incremento, anche se statisticamente non significativo, della densità nevi sulla superficie corporea totale in correlazione con il numero di ustioni in età infantile (p=0,06). I pazienti con scarsa tendenza all’abbronzatura e con occhi chiari presentavano una densità media di nevi significativamente più elevata.
Conclusioni. I dati da noi osservati confermano i dati segnalati in letteratura relativamente alla presenza di nevi nelle aree ad alta fotoesposzione e nei pazienti con fototipo ed occhi chiari. Ulteriori studi dovranno meglio definire il rapporto tra fattori di rischio per la comparsa e la localizzazione dei nevi in età infantile e topografia del melanoma.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail