Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Giugno;135(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Giugno;135(3):409-12

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 Giugno;135(3):409-12

 RUBRICA STORICA

Il primo documento sulla crosta lattea (sec. XIII) (Una volgarizzazione cinquecentesca)

Peirone F., Peirone D.

Azienda Sanitaria Ospedaliera «S. Croce e Carle» - Cuneo Divisione Dermatologica

Si trascrive il capitolo relativo alla «crosta lattea» tratto da un’opera di Guglielmo da Saliceto («Scientia medicinalis practica» e «Chirurgia»). L’opera è tradotta in volgare veneto da ignoto, a cavallo dei secoli XV-XVI, in cinque tomi di cui si presenta l’originale del primo.
Guglielmo da Saliceto (Piacenza, 1210 - Verona, 1277) è personalità di spicco dell’Ateneo bolognese, nel cui Studio seppe formare allievi famosi (ad es. il Lanfranco da Milano), sia in campo anatomico, che chirurgico.
Si sottolinea l’eccezionalità di questo documento, prezioso, anche, sotto il profilo storico, perché è il più antico in letteratura, sia latina che volgare, su questa patologia.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina