Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 June;135(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 June;135(3):359-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 June;135(3):359-62

lingua: Italiano

Linfoma anaplastico a grandi cellule primitivo cutaneo

Betto P., Gennari E., Gioia F. *

Azienda Ospedaliera di Vicenza Divisione di Dermatologia
* Reparto di Geriatria


PDF  


Il linfoma anaplastico a grandi cellule (ALCL) costituisce un’entità clinica con manifestazioni clinico-patologiche eterogenee. L’ALCL può essere classificato in base al quadro istologico, all’immunofenotipo e agli aspetti clinici. Si descrive il caso di un ALCL che ha interessato una donna nata nel 1900, senza alcuna evidenza di disseminazione sistemica. La lesione clinica, insorta come una piccola papula alla regione interna della coscia sinistra, al momento dell’osservazione si presentava come un’ulcera con fondo ricoperto da induito grigiastro e bordi tagliati a picco, delle dimensioni di 10¥15 cm. L’esame istologico e l’analisi immunoistochimica deponevano per un linfoma anaplastico a grandi cellule T, CD30 positivo. È importante la diagnosi corretta di questo linfoma perché, data la sua prognosi relativamente buona, si può evitare un trattamento aggressivo non necessario.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail