Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Dicembre;134(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Dicembre;134(6):631-4

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Dicembre;134(6):631-4

lingua: Italiano

Sindrome di Churg-Strauss. Osservazione di un caso e suo follow-up

Farris A. 1, Micalizzi C. 1, Cavaleri M. 3, Vacca N. 2, Barabino G. F.

1 Ospedale S. Paolo - Savona, Divisione di Dermatologia;
2 Ospedale S. Paolo - Savona, Medicina Interna I;
3 Ospedale di Albenga (Savona), Divisione di Dermatologia


PDF  ESTRATTI


Viene descritto un caso tipico di angioite granulomatosa allergica (sindrome di Churg-Strauss) osservato in una donna di 32 anni affetta da asma e rinite. Le manifestazioni cutanee, interessanti arti e cuoio capelluto, erano insorte alcuni anni dopo i sintomi sopra citati ed erano rappresentate da lesioni eritemato-papulose confluenti in placche e tendenti all’ulcerazione.
L’esame istologico evidenziava una cospicua infiltrazione granulocitaria in prevalenza eosinofila diffusa intorno ai vasi ematici del derma ed infiltrante la parete vasale. Erano presenti leucocitoclasia e necrosi.
L’esame radiologico del torace, confermato dalla TAC polmonare, evidenziava un quadro tipico di interstiziopatia a «vetro smerigliato», mentre l’esame radiologico dei seni paranasali una tenue velatura dei seni frontali dovuta all’ispessimento mucoso.
L’insieme dei dati clinici, istologici e strumentali ha permesso di porre la diagnosi.
Il trattamento con steroidi ad alto dosaggio iniziale e graduale riduzione portava il quadro dermatologico e polmonare a completa risoluzione ed all’assenza di recidive al follow-up di due anni e mezzo.

inizio pagina