Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 October;134(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 October;134(5):493-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 October;134(5):493-5

lingua: Italiano

Tinea nigra plantare

Aloi F., Soro E., Cervetti O.

Università degli Studi - Torino, Dipartimento di Discipline Medico-Chirurgiche, Sezione di Dermatologia II


PDF  


La tinea nigra è una micosi endemica nelle zone tropicali mentre è di raro riscontro nei paesi europei dove rappresenta una patologia di importazione. Riportiamo il caso di una ragazza di 23 anni che presentava una macchia pigmentata alla superficie plantare interpretata inizialmente come una lesione di natura melanocitaria. Dai dati anamnestici risultava un soggiorno in Venezuela. L’esame microscopico e colturale hanno permesso di formulare la diagnosi di tinea nigra. La tinea nigra può rientrare nel capitolo dei simulatori del melanoma. Tale patologia sarà verosimilmente più comune rispetto al passato per i sempre più frequenti viaggi in zone endemiche per turismo o lavoro.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail