Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 April;134(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 April;134(2):135-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 April;134(2):135-7

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Sarcoma di Kaposi. Un caso insolito

Celleno L., Mastroianni A., Borgia M. G., Cerimele D.

Università Cattolica del S. Cuore - Roma, Istituto di Clinica Dermatologica


PDF  


Il sarcoma di Kaposi viene abitualmente classificato come un tumore connettivo-vascolare ad insorgenza multicentrica la cui patogenesi ed il cui sviluppo clinico sono regolati da fattori immunologici. Interessa principalmente la cute e le membrane mucose. Sotto un profilo epidemiologico, clinico ed evolutivo il sarcoma di Kaposi può essere diviso in quattro forme differenti: la forma classica o sporadica, la forma endemica o africana, la forma epidemica o correlata con l’AIDS e quella iatrogena che si osserva in pazienti immunodepressi per trapianti d’organo. In termini istologici, il sarcoma di Kaposi è caratterizzato, nelle fasi precoci, dalla comparsa di vasi neoformati (specialmente nel compartimento perivenulare), talvolta accompagnati da un numero accresciuto di cellule «fusate». Negli stadi più avanzati, i reperti tipici sono rappresentati da fasci di cellule «fusate» variamente intrecciati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail