Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Aprile;134(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Aprile;134(2):123-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Aprile;134(2):123-6

lingua: Italiano

Melanocitosi dermica acquisita. Descrizione di due casi

Aloi F., Solaroli C., Pippione C.

Università degli Studi - Torino, Dipartimento di Discipline Medico-Chirurgiche, Sezione di Dermatologia II


PDF  


Le melanocitosi dermiche sono caratterizzate istologicamente da melanociti iperpigmentati ovali e dendritici a sede dermica. Le forme che si presentano come macchie (nevo di Ito, nevo di Ota e macchia mongolica) sono comuni nei soggetti di razza asiatica e negroide, sono presenti alla nascita o compaiono nei primi mesi di vita.
Riportiamo due casi di melanocitosi dermica comparsi in età adulta in soggetti caucasici. Il primo aveva alcuni caratteri del nevo di Ito e il secondo quelli della macchia mongolica.
Sono discussi i problemi di diagnosi differenziale con altre forme di pigmentazione circoscritta. Sono proposte alcune interpretazioni patogenetiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail