Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Febbraio;134(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Febbraio;134(1):27-30

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1999 Febbraio;134(1):27-30

 CASI CLINICI

Sarcoidosi cutanea su cicatrice «scar sarcoidosis»

De Simoni I., Tomaselli R., Peris K., Chimenti S.

Università degli Studi - L’Aquila, Clinica Dermatologica

La «scar sarcoidosis» è una dermatosi caratterizzata da infiammazione ed infiltrazione di cicatrici cutanee di vecchia data, sulle quali si sviluppano lesioni papulo-nodulari di colorito tipicamente rosso purpureo che con il tempo tendono al violaceo. Si osserva nel 20-35% dei pazienti con malattia sistemica, tuttavia può presentarsi anche in assenza di segni e/o sintomi di coinvolgimento sistemico rappresentando, quindi, un marker diagnostico di estremo rilievo. Gli Autori riportano il caso di una donna di 60 anni che ha sviluppato «scar sarcoidosis» in corrispondenza di cicatrici cutanee preesistenti, in assenza di segni e sintomi di malattia sistemica al momento della diagnosi. L’esame istologico ha mostrato la presenza di granulomi epitelioidi «nudi», privi cioè di un infiltrato linfocitario periferico, senza aree di necrosi caseosa, localizzati nel derma reticolare. Nella nostra paziente, per l’esclusiva localizzazione cutanea della malattia, non è stato intrapreso alcun trattamento terapeutico. Attualmente, dopo 12 mesi dalla prima osservazione, non si nota alcuna recidiva delle lesioni cutanee né evoluzione sistemica della malattia. Dalla valutazione del caso clinico è possibile concludere che la «scar sarcoidosis» è una malattia di difficile inquadramento clinico in quanto il suo esordio e la sua evoluzione sono imprevedibili. È importante quindi una precisa stadiazione al momento della diagnosi così come un attento follow-up dei pazienti, al fine di rilevare precocemente eventuali segni e/o sintomi significativi di patologia sistemica.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina