Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5):373-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5):373-80

lingua: Inglese

Impiego di un prodotto cosmetico contenente agenti antiossidanti antiinfiammatori in alcune dermatosi infiammatorie

Vena G. A., Cassano N., Mastrolonardo M., Loconsole F., Coviello C., Arpaia N.

From the Università ­degli Studi di Bari - Bari, Istituto di Clinica Dermatologica


PDF  


Negli ultimi 5 anni abbiamo valutato gli effetti di una crema cosmetica (Lichtena® AI crema, Laboratori UCB, Italia) in varie patologie infiammatorie della cute. La crema contiene furalglucitolo 0,7%, un agente antiossidante, ed altri agenti dotati di azione antiossidante (tocoferolo, ascorbilpalmitato), antiinfiammatoria o emoliente (acido β-glicirretico, allantoina, bisabololo, estratto di camomilla, urea, acido lattico, ecc.).
In particolare, sono stati trattati con Lichtena® AI crema soggetti affetti dalle seguenti dermopatie: dermatite da contatto irritante ed allergica (42 pazienti), dermatite atopica (22 pazienti), dermatite seborroica infantile e dell’adulto (18 e 106 casi, rispettivamente), lupus eritematoso cutaneo (8 casi), fotodermatite da contatto (2 casi) e reticuloide attinico (2 casi).
A tutti i pazienti veniva consigliata l’applicazione della crema sulla cute lesionale per due volte al dì per un periodo di 2 mesi. Nella maggior parte dei casi si è ottenuto un significativo miglioramento della sintomatologia soggettiva (prurito, bruciore) e del quadro clinico, con una risposta particolarmente rapida (entro 3-7 giorni) su eritema, edema e desquamazione, e con una sensibile riduzione del grado di infiltrazione. Meno responsive risultavano, di contro, le lesioni in fase essudante.
I risultati ottenuti nella nostra esperienza e in quella di altri Autori testimoniano la tollerabilità e l’efficacia del prodotto, che si dimostra un’utile alternativa ai tradizionali presidi terapeutici.
Il meccanismo d’azione della crema non è al momento noto; è probabile che l’azione sinergica di alcuni ingredienti attivi sia responsabile degli effetti antiinfiammatori, e che nell’induzione di tali effetti giochino un ruolo importante i composti antiossidanti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail