Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5):373-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 October;133(5):373-80

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Impiego di un prodotto cosmetico contenente agenti antiossidanti antiinfiammatori in alcune dermatosi infiammatorie

Vena G. A., Cassano N., Mastrolonardo M., Loconsole F., Coviello C., Arpaia N.

From the Università degli Studi di Bari - Bari, Istituto di Clinica Dermatologica


PDF  


Negli ultimi 5 anni abbiamo valutato gli effetti di una crema cosmetica (Lichtena® AI crema, Laboratori UCB, Italia) in varie patologie infiammatorie della cute. La crema contiene furalglucitolo 0,7%, un agente antiossidante, ed altri agenti dotati di azione antiossidante (tocoferolo, ascorbilpalmitato), antiinfiammatoria o emoliente (acido β-glicirretico, allantoina, bisabololo, estratto di camomilla, urea, acido lattico, ecc.).
In particolare, sono stati trattati con Lichtena® AI crema soggetti affetti dalle seguenti dermopatie: dermatite da contatto irritante ed allergica (42 pazienti), dermatite atopica (22 pazienti), dermatite seborroica infantile e dell’adulto (18 e 106 casi, rispettivamente), lupus eritematoso cutaneo (8 casi), fotodermatite da contatto (2 casi) e reticuloide attinico (2 casi).
A tutti i pazienti veniva consigliata l’applicazione della crema sulla cute lesionale per due volte al dì per un periodo di 2 mesi. Nella maggior parte dei casi si è ottenuto un significativo miglioramento della sintomatologia soggettiva (prurito, bruciore) e del quadro clinico, con una risposta particolarmente rapida (entro 3-7 giorni) su eritema, edema e desquamazione, e con una sensibile riduzione del grado di infiltrazione. Meno responsive risultavano, di contro, le lesioni in fase essudante.
I risultati ottenuti nella nostra esperienza e in quella di altri Autori testimoniano la tollerabilità e l’efficacia del prodotto, che si dimostra un’utile alternativa ai tradizionali presidi terapeutici.
Il meccanismo d’azione della crema non è al momento noto; è probabile che l’azione sinergica di alcuni ingredienti attivi sia responsabile degli effetti antiinfiammatori, e che nell’induzione di tali effetti giochino un ruolo importante i composti antiossidanti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail