Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):299-303

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):299-303

lingua: Italiano

Trattamento delle intertrigini con una soluzione antisettica a base di cloroxilenolo ed eosina. Studio controllato in doppio cieco verso soluzione di eosina

Galbiati G., Scarabelli G.

Azienda Ospedaliera San Gerardo - Monza (Milano), Divisione Dermatologica


PDF  


Introduzione. Scopo del presente studio clinico controllato, parallelo, in doppio cieco è quello di verificare se l’associazione tra cloroxilenolo 0,3% ed eosina 2% in soluzione idroglicolica presenti vantaggi terapeutici rispetto ad una soluzione acquosa di eosina 2% nella terapia delle patologie dermatologiche delle grandi pieghe.
Metodi. A tal fine sono stati arruolati 43 pazienti adulti, di entrambi i sessi, affetti da intertrigine mono- o plurifocale, che hanno sottoscritto il loro consenso informato allo studio. Le soluzioni in confronto sono state applicate con pennellatura in sede di lesione 2 volte al giorno per un periodo variante da 1 a 3 settimane, in rapporto all’evoluzione della dermopatia.
Ai controlli clinici, basale ed al termine di ogni settimana di trattamento sino alla guarigione, sono state valutate la presenza e l’entità dei sintomi soggettivi (prurito, bruciore, vellicchio, dolore) ed obiettivi (disfunzionalità motoria, eritema basale, edema, vescicolazione, essudazione, macerazione, secrezione maleodorante, desquamazione e pustolazione) che caratterizzavano le dermatosi.
Risultati. L’associazione antisettica si è dimostrata clinicamente più attiva nel confronto della soluzione di eosina per aver indotto una più rapida e significativa remissione (p<0,01) dei sintomi soggettivi ed obiettivi, con risoluzioni completa della dermatosi.
L’associazione antisettica è risultata inoltre ottimamente tollerata, non avendo mai indotto fenomeni irritativi locali né sensibilizzazione; ciò è verosimilmente correlabile con la scarsa potenzialità allergizzante del cloroxilenolo alla concentrazione usata ed all’elevato grado di purezza dell’eosina (≥97%) utilizzata nel presente studio.
Conclusioni. In conclusione possiamo criticamente affermare che tale associazione può essere utilmente impiegata nelle patologie irritative, allergiche e microbiche delle pieghe corporee.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail