Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):281-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):281-3

lingua: Italiano

Epiteliomi basocellulari multipli indotti da telecobaltoterapia

Bardazzi F. 1, Putti C. 2, Fiorentini C. 1, Landi C. 1, Neri I. 1

1 Università degli Studi - Bologna, Dipartimento di Medicina Clinica Specialistica e Sperimentale, Sezione di Dermatologia;
2 Dipartimento Clinico di Scienze Radiologiche e Istocitopatologiche, Sezione di Radioterapia


PDF  


Una paziente trattata per linfoma di Hodgkin all’età di 15 anni con telecobaltoterapia in sede sopradiaframmatica e sottodiaframmatica sviluppa all’età di 30 anni numerosi epiteliomi basocellulari localizzati in tali sedi. I tumori della cute indotti da telecobaltoterapia sono raramente descritti in letteratura. Poiché la telecobaltoterapia, così come i fotoni X prodotti dall’acceleratore lineare, sono a tutt’oggi ampiamente utilizzati in età pediatrica nel trattamento del linfoma di Hodgkin, del medulloblastoma, della leucemia linfatica acuta, nonché del sarcoma di Ewing e del tumore di Wilms, è auspicabile che i bambini lungosopravviventi siano sottoposti a controlli periodici anche a distanza di molti anni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail