Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):237-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 August;133(4):237-42

lingua: Italiano

Valutazione immunoistochimica della proteina cationica degli eosinofili (ECP) nell’orticaria cronica idiopatica

Motolese A. 1, Scacchetti A. T. 2, Vaschieri C. 1, Manzini B. M. 1

1 Università degli Studi - Modena, Clinica Dermatologica;
2 Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale


PDF  


Introduzione. Il ruolo dei granulociti eosinofili nell’orticaria rimane ancora da definire, così come in altre patologie allergiche od infiammatorie. Allo scopo di studiare, nell’orticaria, il ruolo delle proteine secrete dagli eosinofili sono stati indagati da vari Autori i livelli sierici di alcune di queste, in particolare la Proteina Cationica degli Eosinofili (ECP), ed anche la loro deposizione nei tessuti in lesioni pomfoidi in atto, per mezzo di tecniche di immunoistochimica.
Metodi. Abbiamo studiato l’espressione immunoistochimica della Proteina Cationica degli Eosinofili (ECP) in biopsie cutanee di 12 pazienti affetti da orticaria cronica attiva. Gli eosinofili e la ECP nei tessuti sono stati indagati utilizzando l’anticorpo monoclonale EG-2 che identifica la proteina cationica nella forma secreta.
Risultati. Il numero degli eosinofili evidenziati con la tecnica di immunoistochimica è stato tradotto numericamente effettuando una conta semplice sulla media di tre sezioni. Sono stati inoltre studiati il numero degli eosinofili circolanti ed il dosaggio sierico della ECP in tutti i pazienti. Il gruppo di controllo comprendeva 15 soggetti sani nei quali è stata dosata la ECP sierica, 9 soggetti di controllo in cui sono state effettuate biopsie cutanee (5 soggetti sani, 2 pazienti affetti da dermatite atopica e 2 da pemfigoide bolloso). Il numero degli eosinofili evidenziati con EG-2 è risultato variabile nei pazienti, sempre numericamente superiore alla quota di cellule che era possibile individuare negli stessi campioni colorati con Ematossilina-Eosina (E&E). È stato evidenziato con EG-2 un marcaggio della ECP espresso con 3 pattern diversi: a livello delle singole cellule, granulare citoplasmatico o extracitoplasmatico; un marcaggio a livello delle fibre collagene; infine, un marcaggio a livello perivasale. Tutti i 12 pazienti presentavano un numero normale di eosinofili, mentre il dosaggio serico della ECP era aumentato in 8 pazienti.
Conclusioni. La dimostrazione della ECP nella forma secreta dagli eosinofili attivati nei pomfi di pazienti affetti da orticaria cronica costituisce una riprova del coinvolgimento degli eosinofili stessi in questa patologia, alla quale si aggiunge il rilievo di aumentati livelli di ECP sierica in 8 pazienti, che conferma rilievi effettuati in precedenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail