Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 April;133(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 April;133(2):87-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 1998 April;133(2):87-92

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trattamento adiuvante e neo-adiuvante dei carcinomi cutanei con etretinato e interferone

Bottoni U., Richetta A., Silipo V., Innocenzi D., Latini A., Bonaccorsi P., Calvieri S.

Università degli Studi di Roma «La Sapienza» - Roma, Istituto di Clinica Dermatologica (Direttore: Prof. S. Calvieri)


PDF  


Introduzione e obiettivo. I carcinomi cutanei rappresentano la più frequente neoplasia maligna nell’uomo. La terapia elettiva per queste forme è quella chirurgica, che però presenta alcune limitazioni, dettate sia da condizioni inerenti il paziente, sia dalla neoplasia (sede, dimensioni, molteplicità, recidive, ecc.). Abbiamo pertanto messo a punto un trattamento immunochemioterapico limitatamente ai casi per i quali esistono problemi per l’exeresi chirurgica.
Materiali e metodi. La nostra casistica comprende 18 pazienti: 14 affetti da carcinoma basocellulare; 4 da carcinoma spinocellulare. In 6 pazienti i tumori erano multipli; in 7 casi la neoplasia era recidivante. Tutte le neoformazioni risultavano di stadio superiore al primo (UICC). I pazienti sono stati sottoposti a trattamento con etretinato 1 mg/kg/die per os per 1 mese, ridotto a 0,5 mg/kg/die per altri 3-6 mesi. Interferone alfa 2a ricombinante è stato somministrato per via intralesionale al dosaggio di 1.000.000-1.500.000 UI, 2-3 volte la settimana per 4-6 settimane.
Risultati. Dopo tre mesi di trattamento in 6 pazienti si è osservata una risposta completa; in 11 una risposta parziale e solo 1 ha mostrato progressione di malattia.
Conclusioni. Secondo questa nostra esperienza e i dati della letteratura, il trattamento combinato con interferone ed etretinato può essere considerato un trattamento alternativo utile nei casi con problemi all’approccio chirurgico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail