Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2014 February;27(1) > Chirurgia 2014 February;27(1):43-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2014 February;27(1):43-5

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Linfoma primitivo della volta cranica: gestione sperimentale del lembo cranico. Segnalazione di due casi

Jiang H. 1, Zhang J. 2, Yu R. 1, Fei C. 2, Heng X. 2

1 Department of neurosurgery The Affiliated Hospital of Xuzhou Medical College Xuzhou City, Jiang Su province, China; 2 Department of neurosurgery, Linyi People’s Hospital Linyi City, Shan Dong province, China


PDF  


i linfomi primitivi ossei si verificano raramente nella volta cranica. L’escissione rappresenta un trattamento efficace per il linfoma primitivo della volta cranica (primary cranial vault lymphoma, PCLV). Poiché i tumori possono avere origine nell’osso, è necessaria una gestione opportuna del lembo cranico autologo. Sebbene siano ampiamente utilizzati numerosi metodi per inattivare i tumori ossei, non esiste alcuno standard per trattare il lembo cranico autologo del PCLV. Riportiamo i casi di due pazienti con PCLV che hanno ricevuto la resezione totale e la gestione sperimentale dei lembi cranici autologhi (inattivazione con microonde e riparazione con rete al titanio). Gli esiti dei due casi suggeriscono che rimuovere interamente i tessuti tumorali può ritardare in maniera efficace la ricomparsa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail