Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 Dicembre;26(6) > Chirurgia 2013 Dicembre;26(6):447-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI SPECIALI  


Chirurgia 2013 Dicembre;26(6):447-9

lingua: Inglese

Uno spazio per un secondo parere medico nel settore della chirurgia

Palmieri B. 1, Manenti A. 1, Di Cerbo A. 1, 2, Imperiale G. 1, 2, Iannitti T. 3

1 University of Modena Department of General Surgery and Surgical Specialties Modena, Italy;
2 Policlinico del Secondo Parere, Modena, Italy;
3 University of Kentucky, Department of Physiology Lexington, KY, USA


PDF  


Il moderno settore della chirurgia sta subendo un profondo cambiamento dovuto a innovazioni tecnologiche e a cambiamenti nella relazione medico-paziente. Inoltre, “l’identità culturale” della specialità della chirurgia generale è suddivisa e frammentata in numerose sotto-specializzazioni, con il rischio incombente di un approccio casuale e scoordinato verso i problemi. Sebbene il concetto sia in generale un “must” in medicina e chirurgia, vi sono casi specifici nei quali la sua comprensione, approvazione e aderenza è obbligatoria. Nel settore della chirurgia, vi è stata una crescente necessità di informare i medici sulla comprensione e accettazione di un secondo parere medico. Tale istituzione deve essere pianificata e gestita da ciascun servizio sanitario nazionale, al fine di offrire un’opinione chiara, precisa e risolutiva per i problemi di salute complessi e irrisolti, soprattutto in età avanzata, sia in medicina che in chirurgia, includendo la consulenza patologica e l’interpretazione delle immagini. Inoltre, un servizio di secondo parere medico può anche essere offerto da strutture mediche private e servizi online, visto che i medici e gli operatori sanitari possiedono una notevole formazione etica e culturale e sono circondati da adeguate strutture e reti di consulenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail