Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 Giugno;26(3) > Chirurgia 2013 Giugno;26(3):207-9

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0394-9508

Online ISSN 1827-1782

 

Chirurgia 2013 Giugno;26(3):207-9

 ARTICOLI ORIGINALI

Il trattamento chirurgico dei GIST dello stomaco

Galloro G., Sivero I., Donisi M., Bucci L., Sollazzo V., Benassai G., Quarto G., Formisano C.

Dipartimento di Chirurgia Generale, Geriatrica, Oncologica e Tecnologie Avanzate, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Napoli, Italia

Obiettivo. I tumori stromali gastrointestinali sono tumori mesenchimali che, anche essendo rari,sono i più comuni del tratto gastroenterico e si stima che negli Stati Uniti vengano colpiti circa 5000-6000 individui ogni anno, con una fascia d’età maggiormente interessata compresa tra i 50 e i 60 anni. La resezione chirurgica rappresenta il gold standard per i pazienti con un GIST resecabile e localizzato e si è rivelata a tutti gli effetti la cura più efficace anche in considerazione del fatto che esistono diversi fattor idi rischio da valutare per un’accurata prognosi di vita del paziente. Al fine di eradicare il tumore ci si può avvalere dell’uso di diverse tecniche chirurgiche in base al tratto gastrico interessato dalla lesione, dalla wedge resection che circoscrive la porzione di parete coinvolta dalla neoplasia con margine libero, fino alla gastrectomia totale o esofago gastrectomia totale ed eventualmente allargata agli organi adiacenti interessati.
Metodi. Nel nostro studio abbiamo preso in esame 15 casi di pazienti affetti da GIST gastrico trattati chirurgicamente (in 6 casi è stata effettuata una gastrectomia totale e nei restanti casi si è proceduto con una gastrectomia parziale).
Risultati. In due di questi pazienti c’è stata una recidiva locale e poi metastatica trattata con il farmaco chemioterapico Imatinibmesilato. Uno di questi è deceduto mentre l’altro è tuttora in vita.
Conclusioni. Questo ci ha consentito di confermare le attuali linee guida disponibili circa il trattamento dei GIST gastrici che evidenzia una netta interrelazione tra cure mediche e chirurgiche

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina