Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 Aprile;26(2) > Chirurgia 2013 Aprile;26(2):151-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2013 Aprile;26(2):151-3

lingua: Inglese

Necrosi lungo la curva gastrica: un caso clinico

Maternini M., Fattori L., Orsolini M., Calcinati S., Degrate L., Romano F., Nespoli L., Uggeri F.

General and Emergency Surgery Department, University of Milano-Bicocca, San Gerardo Hospital, Monza, Monza-Brianza, Italy


PDF  


La necrosi gastrica acuta, sebbene siano state descritte molte possibili cause, resta un reperto molto raro. Una paziente di 60 anni giunge in pronto soccorso per comparsa di dolori addominali, nausea e vomito; l’esame clinico rivela un addome disteso e peritonitico. Gli accertamenti radiologici, radiografia dell’addome e TAC evidenziano una marcata distensione gastrica, aria e liquido libero in cavità peritoneale. Intraoperatoriamente si ritrova una estesa zona di necrosi lungo la piccola curva gastrica. Le cause, riportate in letteratura, includono volvoli, erniazione intratoracica, gastriti necrotizzanti acute, dilatazione gastrica e vasculopatie. Lo svuotamento gastrico mediante un sondino nasogastrico e la rianimazione liquida sono mandatori seguiti eventualmente dalla chirurgia in caso di perforazione. L’importante distensione gastrica e la perforazione con peritonite sono controindicazioni relative all’approccio laparoscopico, nella nostra esperienza, riteniamo che tale metodica si da limitare a centri di riferimento. Il tipo di resezione è correlata alle condizioni del paziente e alla estensione della necrosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail