Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 April;26(2) > Chirurgia 2013 April;26(2):73-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2013 April;26(2):73-8

lingua: Inglese

Effetto della pneumectomia sulla pressione dell’arteria polmonare e sulla funzione ventricolare destra

Cumbo-Nacheli G., Tonelli A., Dweik R. A.

Department of Pulmonary, Allergy and Critical Care Medicine, Respiratory Institute, Cleveland Clinic, Cleveland, OH, USA


PDF  


Obiettivo. Si conosce poco circa le variazioni attese nella pressione polmonare e nella funzione del ventricolo destro (VD) in seguito alla pneumectomia. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare la pressione sistolica ventricolare destra e la funzionalità del VD in seguito alla pneumectomia.
Metodi. In seguito all’approvazione dell’IRB, abbiamo identificato pazienti sottoposti a pneumectomia totale unilaterale presso il nostro istituto dal gennaio 2000 al gennaio 2010. Abbiamo incluso pazienti sottoposti a ecocardiografia doppler in seguito a pneumectomia e abbiamo passato in rassegna l’esame più recente, confrontando i risultati con l’ecocardiografia preoperatoria, laddove disponibile.
Risultati. Un totale di 67 pazienti (età: 59 [DS:±13] anni; uomini: 75%) hanno ricevuto un’ecocardiografia dopo una media di 24 (±29) mesi in seguito all’intervento di pneumectomia totale unilaterale. Il tumore intratoracico era responsabile del 98% delle pneumectomie. La pneumectomia sinistra e destra è stata effettuata rispettivamente nel 54% e nel 46% dei pazienti. Dopo l’intervento, la frazione di eiezione media del ventricolo sinistro era pari al 55% (±9%). In 52 pazienti, siamo stati in grado di stimare la pressione sistolica ventricolare destra (right systolic ventricular pressure, RVSP); di questi pazienti 15 (29,4%) presentavano pressioni ≥40 mmHg. La differenza tra la RVSP pre- e post-intervento non era significativa (33±7 vs. 37±12 mm Hg, p = 0,21). La velocità del jet di rigurgito tricuspidale (tricuspid jet velocity, TJV) è stata misurata in 50 pazienti. Di tali pazienti, 21 (42%) presentavano una TJV ≥2,8 m/s e 2 (3%) presentavano una TJV ≥3,4 m/s. Non vi erano pazienti con disfunzione preoperatoria del VD; 11 pazienti hanno sviluppato diversi gradi di disfunzione del VD dopo l’intervento. I pazienti sottoposti a pneumectomia destra presentavano una RVSP stimata inferiore rispetto ai pazienti sottoposti a resezione del polmone sinistro (rispettivamente 32 mmHg versus 41 mmHg; P=0,004).
Conclusioni. Sebbene non sia stata rilevata nessuna variazione significativa dall’ecocardiografia nelle pressioni arteriose polmonari sistoliche stimate, la funzionalità del VD è diminuita in alcuni pazienti dopo la pneumectomia. La pneumectomia sinistra era associata a una più elevata RVSP rispetto alle resezioni del polmone destro.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail