Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 February;26(1) > Chirurgia 2013 February;26(1):45-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

NOTE DI TECNICA  


Chirurgia 2013 February;26(1):45-7

lingua: Inglese

Rimozione artroscopica di un ossicino disgiunto a causa di persistente malattia di Osgood-Schlatter

Erkocak O. F., Aydin B. K., Altan E., Acar M. A.

Selcuklu Faculty Department of Orthopaedics and Traumatology, Selcuk University, Konya, Turkey


PDF  


Sebbene le misure conservative siano in genere sufficienti, talvolta può essere necessario l’intervento chirurgico nella gestione della malattia di Osgood Schlatter (OS) di tipo adulto non risolto. La procedura più diffusa consiste nella recisione di ossicini con o senza la rimozione del tubercolo tibiale prominente. A questo scopo abbiamo utilizzato una tecnica artroscopica. Portali antero-laterale e antero-mediale bassi sono stati utilizzati per l’intervento. Dopo debridement del cuscinetto adiposo e dei tessuti molli, l’ossicino è diventato visualizzabile ed è stato rimosso mediante fresa motorizzata. Postoperativamente il paziente manifestava capacità di sopportazione completa del peso e range di movimento illimitato. Dopo l’intervento alla sesta settimana, riferiva la risoluzione completa del dolore al ginocchio e la soddisfazione rispetto all’intervento chirurgico. Questa tecnica ha dimostrato che la rimozione artroscopica dell’ossicino da OS persistente è più vantaggiosa rispetto alla procedura aperta.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail