Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2012 Agosto;25(4) > Chirurgia 2012 Agosto;25(4):325-9

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2012 Agosto;25(4):325-9

lingua: Inglese

Riparazione del rigurgito mitralico ischemico mediante anuloplastica posteriore con misurazione del diametro dell’anulus. Un follow-up

Jyrala A. 1, Gatto N. M. 2, Kay G. L. 1

¹ Department of Cardiothoracic Surgery Heart Institute at Good Samaritan Hospital, Los Angeles, CA, USA;
² Department of Epidemiology, University of Southern California, Los Angeles, CA, USA


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. I pazienti con rigurgito mitrale ischemico (RMI) presentano un elevato rischio chirurgico ed esiti a breve e lungo termine infausti. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare la durabilità dell’anuloplastica posteriore con misurazione del diametro dell’anulus (MPA - measured posterior annuloplasty) utilizzata per la riparazione.
Metodi. Sono stati identificati pazienti con RMI sottoposti a riparazione con MPA dal 1988 al 2002 ed è stato creato un database comprendente le caratteristiche pre- e post-operatorie.
L’MPA è realizzata con un pezzo dell’anello di Duran misurato al fine di corrispondere alla lunghezza dell’orlo libero del foglietto mitrale anteriore e ancorato con numerose suture da materassaio con pledget all’anulus posteriore da trigono a trigono.
Risultati. Cinquantotto pazienti con RMI sono stati sottoposti a riparazione mediante MPA. L’età media dei pazienti era di 68 anni, il 39,7% erano donne e l’81% si trovava nella classe III-IV della NYHA. Tutti i pazienti eccetto uno presentavano un innesto di by pass coronarico (CABG). Un paziente ha avuto una nuova riparazione istantanea per un RM persistente di grado 3+. La mortalità operatoria è stata di 1 paziente mentre la mortalità ospedaliera/a 30 giorni è stata di 4 pazienti. Il grado di RM è diminuito da 3,6 a 0,24 nel postoperatorio (p<0,0001). La mortalità nel follow-up è stata di 22 pazienti (41,5 %) fino a oltre i 6 anni. Un paziente ha avuto bisogno di essere operato nuovamente per la ricomparsa di RM causata da variazioni reumatiche nella valvola mitrale. Non sono state riportate altre ricorrenze di RM significativo (>2+) né sono state osservate stenosi significative.
Conclusioni. L’MPA è una tecnica alternativa per la riparazione dell’RMI. Essa non restringe l’orifizio mitralico e non influisce sui movimenti durante il ciclo cardiaco. La soggettività nel dimensionamento viene eliminata. È durevole, stabile e non lascia il paziente con SM o RM residue. La libertà da nuove operazioni associate all’MPA è del 100% fino a oltre i 6 anni.

inizio pagina