Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2012 Giugno;25(3) > Chirurgia 2012 Giugno;25(3):169-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2012 Giugno;25(3):169-72

lingua: Inglese

Chirurgia con bypass extra-anatomico per l’ischemia cerebrale progressiva provocata dall’arterite di Takayasu

Chen J., Yao Q., Zhang J., Wang T., Fan J., Wang H., Lv Y., Wang L.

Department of Vascular Surgery, Xijing Hospital, Fourth Military Medical University, Shaanxi Province, China


PDF  


Obiettivo. L’arterite di Takayasu è un infiammazione autoimmunitaria non specifica che si manifesta con vasculite sistemica disseminata che colpisce prevalentemente l’aorta e le sue principali diramazioni. In questo articolo riportiamo il caso di sei donne che hanno sviluppato rapidamente un’ ischemia cerebrale progressiva causata dall’arterite di Takayasu.
Metodi. In cinque soggetti si è presentata una stenosi grave delle arterie carotidi bilaterali, mentre in un caso l’arteria succlavia sinistra si è occlusa. Sulla base dei risultati clinici ed angiografici, è stata sciolta una diagnosi di arterite di Takayasu. In quattro casi sono stati eseguiti dei bypass extra-anatomici dall’arteria iliaca esterna ad entrambe le arterie carotidi. In un caso sono stati invece eseguiti dei bypass dalla arteria succlavia destra ad entrambe le arterie carotidi interne, in un altro caso ancora è stato effettuato un bypass dall’arteria iliaca esterna sinistra all’arteria succlavia sinistra.
Risultati. Dopo l’operazione in due casi si è sviluppata trombosi acuta sull’impianto, uno di questi è stato sottoposto a tromboembolectomia con successivo ricovero. Nel complesso, i sintomi di ischemia cerebrale cono spariti in 5 casi e tutti sono rimasti asintomatici durante un follow-up da 8 a 24 mesi.
Conclusioni. La nostra esperienza negli interventi chirurgici qui descritti indica che la chirurgia con bypass extra-anatomico è un’opzione realizzabile se c’è un adeguato gradiente di pressione sanguigna.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail