Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2012 Aprile;25(2) > Chirurgia 2012 Aprile;25(2):145-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2012 Aprile;25(2):145-9

lingua: Inglese

Regressione spontanea di una radiotrasparenza interradicolare sulla linea mediana della mandibola: segnalazione di un caso

Yilmaz B., Ersev H., Dinçol M. E.

Department of Endodontics, Faculty of Dentistry, Istanbul University, Istanbul, Turkey


PDF  


Obiettivo del presente articolo è quello di segnalare la regressione spontanea di un’area di radiotrasparenza interradicolare sulla linea mediana della mandibola, un raro fenomeno che si verifica nelle lesioni orali. Una paziente di 13 anni è stata inviata a un consulto specialistico per un’aumentata mobilità degli incisivi centrali inferiori. Nella radiografia diagnostica, una lesione radiotrasparente uniloculare, scarsamente definita, è stata rilevata tra gli incisivi centrali. Il sondaggio parodontale non ha mostrato alcuna perdita di attacco o sanguinamento. I test elettrici e di cavità hanno rivelato che gli incisivi centrali erano vitali. I trattamenti endodontici profilattici degli incisivi centrali sono stati completati per garantire un campo chirurgico confortevole. Successivamente, i genitori della paziente hanno rifiutato la chirurgia (currettage della lesione e biopsia) per la possibilità di perdere gli incisivi centrali e per ragioni economiche. Una radiografia eseguita cinque mesi dopo ha rivelato che la lesione era regredita. Un anno dopo, la dimensione della lesione era stabile. La nostra diagnosi differenziale ha incluso il tumore bruno da iperparatiroidismo, la cisti ossea semplice, la cisti ossea aneurismatica, il fibroma non ossificante e il granuloma centrale a cellule giganti. Un’approfondita rassegna della letteratura supporta l’opinione che questo caso particolare potrebbe aver coinvolto un granuloma centrale a cellule giganti. La diagnosi differenziale e i possibili meccanismi di regressione spontanea sono discussi per il presente caso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail