Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2012 Febbraio;25(1) > Chirurgia 2012 Febbraio;25(1):77-81

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2012 Febbraio;25(1):77-81

lingua: Inglese

Linfoma primitivo diffuso a grandi cellule B manifestantesi come un tumore subdurale associato a ematoma subdurale cronico calcificato. Segnalazione di un caso e rassegna della letteratura

Shimizu K., Ochiai M.

Department of Neurosurgery, Kyosai Tachikawa Hospital Federation National Public Service Personal Mutual Associations, Japan


PDF  


I linfomi non-Hodgkin localizzati primariamente nel sistema nervoso centrale (SNC) sono rari. Essi si presentano in genere come lesioni della massa parenchimale e la loro diagnosi istologica è quasi invariabilmente quella di linfomi diffusi a grandi cellule B, i quali sono tumori aggressivi e di grado elevato. Il coinvolgimento meningeo è in genere considerato come l’espansione delle adiacenti lesioni parenchimali o la disseminazione del linfoma sistemico. I tumori primitivi del cervello con le caratteristiche dei tipici linfomi del CNS sono estremamente rari. Gli autori presentano un insolito caso di linfoma primitivo diffuso a grandi cellule B manifestantesi come una massa subdurale occupante spazio, associato a ematoma subdurale cronico calcificato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail