Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2012 February;25(1) > Chirurgia 2012 February;25(1):31-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2012 February;25(1):31-3

lingua: Inglese

Innesto bilaterale sequenziale con arteria mammaria interna associato ad arterializzazione selettiva del sistema venoso coronarico durante l’intervento di bypass coronarico fuori pompa

Yu Y., Gu C.-X., Wei H., Li Q.

Department of Cardiac Surgery, Beijing Anzhen Hospital, Capital Medical University, Beijing, China


PDF  


Innesto bilaterale sequenziale con arteria mammaria interna associato ad arterializzazione selettiva del sistema venoso coronarico durante l’intervento di bypass coronarico fuori pompa
L’innesto di bypass coronarico è utilizzato frequentemente. Tuttavia, potrebbe essere non adatto per le coronaropatie diffuse. In tale circostanza, deve essere presa in considerazione la perfusione retrograda mediante il sistema venoso cardiaco (cardiac venous system, CVBG). Per un uomo di 46 anni d’età con tipiche lesioni dei tre vasi e coronaropatia destra diffusa, l’intervento di bypass coronarico fuori pompa è stato effettuato con l’arteria mammaria interna sinistra anastomizzata in maniera sequenziale con l’arteria anteriore sinistra discendente, il ramo diagonale e l’arteria mammaria destra interna utilizzati per il ramo marginale ottuso e la vena cardiaca media. Il paziente si è ripreso bene senza alcuna complicanza post-chirurgica. Sei mesi dopo l’operazione la coronarografia ha mostrato che i ponti degli innesti erano pervi con flusso sanguigno nella vena cardiaca media arterializzata. Il CVBG è stato efficace in questo caso e può essere preso in considerazione in altre circostanze diffuse.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail