Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2011 October;24(5) > Chirurgia 2011 October;24(5):247-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2011 October;24(5):247-9

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il posizionamento del pallone intragastrico nel trattamento chirurgico dell’obesità. Nostra esperienza in regime ambulatoriale

Milone M., Bellini M., Leongito M., Gaudioso D., Pisapia A., Musella M.

Dipartimento di Chirurgia Ortopedia, Traumatologia ed Emergenze, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Napoli, Italia


PDF  


La prevalenza di persone che sono in sovrappeso o obesi è aumentata drammaticamente nei paesi ad alto reddito negli ultimi 20 anni. L’obesità è associata a numerose comorbidità interessanti quasi tutti gli organi, tra cui l’ipertensione, il diabete mellito di tipo II, la malattia coronarica, le dislipidemie, alcuni tumori, e infine a un aumento della mortalità. L’obesità è notoriamente difficile da gestire. Dieta, terapia comportamentale, l’esercizio, e l’intervento farmacologico sono stati tradizionalmente usati, ma in generale hanno dato risultati modesti, e il recupero del peso è comune. In caso di fallimento con la terapia medica, la chirurgia bariatrica dovrebbe essere considerato il trattamento di scelta per l’obesità grave. Il trattamento con palloncino intragastrico, meno invasivo rispetto alla chirurgia, determina una perdita di peso di 5-9 unità di BMI (indice di massa corporea), in 6 mesi con un miglioramento impressionante delle comorbidità associate all’obesità, in tutti quei pazienti non idonei per un intervento chirurgico per diverse motivazioni. La nostra esperienza dimostra che il trattamento con palloncino intragastrico è una procedura eseguita con sicurezza ed efficacia in regime ambulatoriale, ottenendo i medesimi risultati con una maggiore soddisfazione dei pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail