Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2011 June;24(3) > Chirurgia 2011 June;24(3):173-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2011 June;24(3):173-6

lingua: Inglese

Trattamento endoscopico di neurocitoma del ventricolo laterale: caso clinico e revisione della letteratura

Yadav Y. R., Bhagwat A., Agarwal M., Parihar V., Chandrakar S., Jain N.

Department of Neurosurgery, NSCB Medical College, Garha, Jabalpur, India


PDF  


Il neurocitoma centrale è un raro tumore benigno. I neurocitomi del ventricolo laterale sono molto rari. Le tecniche endoscopiche rappresentano un’opzione migliore rispetto alle procedure microchirurgiche grazie alla ridotta retrazione dell’encefalo con minor trauma iatrogenico alle strutture viciniori ed ispezione degli angoli nascosti. Altre procedure endoscopiche come la ventriculostomia endoscopica del terzo ventricolo o la septostomia possono essere effettuate poiché la maggior parte dei pazienti presentano idrocefalo non comunicante o un ventricolo laterale dilatato in modo asimmetrico. Non è mai stata riportata l’escissione puramente endoscopica di un neurocitoma del ventricolo laterale, sebbene sia stato pubblicato un caso di rimozione endoscopica di neurocitoma del terzo ventricolo. Un maschio di 55 anni di età si era presentato alla nostra attenzione dopo un episodio di perdita di coscienza, con vomito e cefalea. L’esame clinico generale e neurologico era normale. L’indagine RMN aveva evidenziato la presenza di una lesione a densità mista a carico del ventricolo laterale sinistro con modesto enhancement di contrasto a livello del forame di Monro. Il paziente è stato sottoposto ad ampia escissione puramente endoscopica della neoplasia. L’indagine RMN a due mesi di distanza aveva confermato la radicalità dell’escissione. A tre mesi di follow-up, non vi sono attuali segni di recidiva di malattia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail