Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2011 April;24(2) > Chirurgia 2011 April;24(2):61-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2011 April;24(2):61-5

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

I grandi laparoceli: casistica personale, analisi retrospettiva e proposta di una tecnica onlay

Battistini G., D’Amato M., Abete M., Ronchetti V., Casano, Cesaro S., Cappuccio G., Savelli A.

Struttura Complessa di Chirurgia Generale, Polo Ospedaliero di Imperia, Imperia, Italia


PDF  


Obiettivo. L’incidenza dei laparoceli dopo intervento laparotomico varia a seconda delle casistiche dal 2% all’11% in elezione. Le tecniche di riparazione con mesh hanno dimostrato la loro netta superiorità per difetti di parete superiori ai 2,5 cm. Gli autori presentano uno studio retrospettivo che mette a confronto una tecnica personale onlay con protesi sublay.
Metodi. Nonostante siano numerosi gli studi che hanno evidenziato i vantaggi delle posizione sublay delle protesi, gli autori presentano uno studio che pone in confronto, retrospettivamente, 48 pazienti con ernia permagna (di diamentro maggiore ai 15 cm) sottoposti a ricostruzione protesica: in 23 casi con una tecnica personale onlay, che qui viene descritta. In 25 casi con protesi sublay (17casi Rives, 8 casi Chevrel). I pazienti sono stati seguiti in follow-up con esame clinico a 1, 3, 6, 12 mesi, successivamente, 24 e 36 mesi mediante intervista telefonica.
Risultati. Le riparazioni onlay hanno dimostrato: un minore tempo medio di intervento (75 min vs. 118 min), una degenza media ospedaliera più breve(4,2 giorni vs. 5,1 giorni), minore dolore postoperatorio (SAV 6,5 vs. 7,8), necessità di espianto della protesi per sepsi (0 vs. 2 casi) recidive a 36 mesi (2 vs. 3=7,4% vs. 12%). La quantità media globale di liquido drenato nel postoperatorio è stata 410 cc totali nelle plastiche onlay vs. 360 cc nelle sublay.
Conclusioni. In questo studio la tecnica onlay of si è dimostrata più veloce e facilmente eseguibile e abbiamo notato una ricorrenza minore rispetto alla tecnica sublay.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail