Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2011 Febbraio;24(1) > Chirurgia 2011 Febbraio;24(1);1-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2011 Febbraio;24(1);1-4

lingua: Italiano

Chirurgia radioguidata per iperparatiroidismo recidivo in autotrapianto

Ardito G., Revelli L., Giustozzi E., Traini E., Boscherini M., Insalaco C., Zagaria L., Giordano A.

Dipartimento di Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma, Italia


PDF  


Obiettivo. Una delle opzioni chirurgiche in caso di iperparatiroidismo secondario è rappresentata dalla paratiroidectomia totale con impianto di tessuto paratiroideo a livello dell’avambraccio (autotrapianto). La recidiva che può verificarsi, è probabilmente sostenuta dall’iperplasia dei piccoli frammenti di tessuto paratiroideo impiantati. In questi casi, l’esame scintigrafico con Tc-99m permette di rilevare una elevata captazione nel sito del trapianto.
Metodi. Abbiamo studiato e trattato un uomo di 38 anni con diagnosi di iperparatiroidismo recidivo causato dall’iperplasia del tessuto paratiroideo reimpiantato a livello dell’avambraccio circa sette anni dopo l’intervento di paratiroidectomia totale con autotrapianto.
Risultati. Durante l’intervento precedente, non era stato posizionato alcun repere per rilevare la posizione del tessuto paratiroideo nell’avambraccio.
La radio-sonda è risultata particolarmente utile per individuare rapidamente la lesione ipercaptante e ha permesso la completa rimozione del tessuto anomalo.
Conclusioni. Il decremento significativo dei livelli intraoperatori di paratormone ha confermato il buon esito della tecnica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail