Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2010 December;23(6) > Chirurgia 2010 December;23(6):247-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

REVIEW  


Chirurgia 2010 December;23(6):247-55

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Perdita della coscienza e prelievo di organi. Diagnosi, terapia, etica

Bondì M.

L.D. Patologia Chirurgica e Propedeutica Clinica, Università La Sapienza, Roma, Italia


PDF  


Scopo del lavoro è una completa revisione della perdita della coscienza (coma) nei traumi cranio-cerebrali, considerando l’anatomia microscopica. Il canale sinaptico unificato (in sigla USC) è presente tra un neurone e l’altro, riceve l’esocitosi attiva della cellula neuronale costituendo in tal modo la sede della formazione e identificazione del sé, cioè della coscienza. Considerato il grande numero dei neuroni, circa 150 miliardi, presente nella corteccia cerebrale, si rende possibile la comprensione anatomica della patogenesi del coma. Il drenaggio precoce del versamento e/o ematoma endocranico, riduce il collasso dell’USC e determina in tal modo la ricomparsa della coscienza nel momento in cui la pressione esercitata dal versamento scompare, si decollassa il canale sinaptico e si riattiva l’esocitosi attiva. Si descrive in sintesi la storia degli espianti-trapianti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail