Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2009 December;22(6) > Chirurgia 2009 December;22(6):263-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2009 December;22(6):263-8

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Tumori primitivi multipli, sincroni o metacroni

Berretta S. 1, Spartà D. 1, Fisichella R. 2, Bertino V. 1, Cimino E. 1, D’Agata A. 3, Berretta M. 4

1 Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento di Chirurgia, U.O.C. di Clinica Chirurgica del P.O. S. Luigi, Università degli Studi di Catania, Catania 2 Dottorato di Ricerca “Approccio Oncologico Multimodale in età Geriatrica”, Università degli Studi di Catania, Catania 3 U.O. Chirurgia, ASL 7, Siena 4 Oncologia Medica, CRO, Aviano


PDF  


Il rischio di un secondo tumore primitivo, sincrono o metacrono, frequentemente è correlato all’età geriatrica, alla guarigione o alla lunga sopravvivenza dopo il trattamento del primo cancro. La probabile causa della associazione di due o più tumori maligni è correlata a comuni meccanismi carcinogenetici: la carcinogenesi è infatti un processo “multistep” che richiede un lungo periodo di tempo, sicchè il fattore età è indubbiamente il principale fattore di rischio per l’insorgenza del cancro (sia del primo che dei successivi). L’incremento di incidenza dei tumori primitivi multipli cresce in misura proporzionale all’aumentata aspettativa di vita attuale dei pazienti oncologici. Gli AA. prendono anche in esame la loro personale esperienza in merito e riportano 3 casi significativi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail