Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2009 Ottobre;22(5) > Chirurgia 2009 Ottobre;22(5):247-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Chirurgia 2009 Ottobre;22(5):247-8

 NOTE DI TECNICA

Riparazione chirurgica della rottura esofagea: come farla

Baikoussis N. G., Beis J. P., Siminelakis S. N.

Cardiothoracic Surgery Department, University Hospital of Ioannina, Ioannina, Greece

L’approccio chirurgico rappresenta il trattamento di scelta per i pazienti affetti da rottura dell’esofago, dopo che è stata effettuata la diagnosi. La lesione iatrogenica rappresenta la causa più frequente di perforazione. I sintomi più frequentemente riportati dai pazienti sono il dolore acuto toracico o addominale, l’odinofagia e la dispnea. Il versamento pleurico, lo pneumotorace e lo pneumomediastino sono reperti non specifici della radiografia del torace. In questo articolo, gli Autori descrivono una tecnica chirurgica alternativa per la ricostruzione dopo una rottura o perforazione esofagea. Il peritoneo preaortico viene utilizzato per rinforzare il sito lesionato. La tecnica modificata era stata utilizzata in un paziente sottoposto ad intervento chirurgico a causa di una rottura e perforazione esofagea dopo dilatazione endoscopica in un quadro di acalasia esofagea. La perforazione dell’esofago esita in una mediastinite dapprima chimica, quindi infettiva, che è letale se non trattata precocemente e in maniera efficace. Il sito di chiusura della perforazione dovrebbe sempre essere rinforzato con tessuti sani e ben vascolarizzati, il più delle volte con il foglietto ispessito della pleura parietale, con il lembo muscolo-pleurico intercostale peduncolizzato, con il grasso pericardico, con una striscia di diaframma peduncolizzato, oppure omento e fondo gastrico. Con un accesso toracotomico sinistro, i tessuti infetti e necrotici sono stati drenati, e quindi la lesione esofagea è stata riparata. Dopo aver individuato il sito della perforazione, sono stati esaminati in dettaglio il diametro e i margini. Una precisa sutura della mucosa è considerata un fattore fondamentale, ma non sufficiente. In questa piccola serie, gli autori hanno utilizzato una porzione di peritoneo pre-aortico peduncolizzato per rinforzare la parete esofagea.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina