Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2009 April;22(2) > Chirurgia 2009 April;22(2):113-15

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2009 April;22(2):113-15

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ingestione di corpi estranei in pazienti affetti da disordini mentali e minorati: l'importanza dell’intervento precoce

Celik S., Kalayci A., Isik K., Dolanmaz D., Gunhan O.

Department of Surgery Southern Illinois University School of Medicine Springfield, IL, USA


PDF  


La maggior parte degli oggetti ingeriti passa spontaneamente lungo il tratto gastrointestinale nel corso del tempo e non è necessario alcun intervento invasivo per recuperarli. È, tuttavia, fondamentale seguire questi pazienti a causa del rischio di sviluppare complicanze a livello gastrointestinale, quali l’occlusione intestinale, la perforazione, o il sanguinamento. Certe popolazioni di pazienti, tipo gli adulti affetti da patologie psichiatriche o da menomazioni mentali, sono difficili da seguire clinicamente per queste complicanze. Pertanto, in base alle dimensioni e alla natura dell’oggetto ingerito, questi pazienti dovrebbero essere sottoposti a precoce procedura endoscopica o intervento chirurgico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail