Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 Dicembre;21(6) > Chirurgia 2008 Dicembre;21(6):315-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0394-9508

Online ISSN 1827-1782

 

Chirurgia 2008 Dicembre;21(6):315-8

 ARTICOLI ORIGINALI

Varicocele inguinale: un trattamento patogenetico per una patologia vascolare

Cardia G. 1, Catalano G. 2, Pugliese D. 3, Cianci V. 4, Memeo R. 2, De Fazio M. 2

1 Department of Vascular Surgery DACTI University of Bari, Bari, Italy
2 Department of General Surgery and Liver Transplantation, DETO University of Bari, Bari, Italy
3 Department of Medicine, Polyclinic, Bari, Italy
4 Casa di Cura Santa Maria, Bari, Italy

Obiettivo. Molte procedure sono state sviluppate e descritte per il trattamento dei varicoceli inguinali, ma nessuna di queste ha dimostrato dei chiari vantaggi rispetto alle altre. La risoluzione del varicocele, insieme all’emodinamica delle vene spermatiche e il loro ruolo nell’infertilità, rimane talvolta una sfida. In base alle conoscenze e all’esperienza di chirurgia delle vene varicose, gli Autori hanno proposto una combinazione di due metodi di trattamento precedentemente impiegati, agendo al livello del massimo reflusso (alto) e rimuovendo le vene dilatate alla radice dello scroto, con l’obiettivo di eliminare qualsiasi possibile causa di recidiva.
Metodi. Nel periodo di tempo compreso tra Gennaio 2000 e Maggio 2003, abbiamo trattato 11 pazienti (di età media di 21,8 anni). Tutti i pazienti, dopo esser stati sottoposti all’esame clinico, ad un ecodoppler e a spermiogramma, sono stati sottoposti a questo trattamento. I medesimi parametri clinici, emodinamici tramite ecodoppler e spermiogramma sono stati valutati ad un intervallo di 6 mesi e sono stati analizzati con il Wicoxon matched-pais signed-ranks test, valido per un ristretto gruppo di dati.
Risultati. L’unico valore prossimo alla significatività statistica è risultato essere il numero di spermatozoi/ml (P>0,0625).
Conclusioni. Sulla base dei risultati clinici e di emodinamica, insieme con le chiare premesse fisiopatologiche, riteniamo che il nostro approccio sia valido, e speriamo che un incremento dei casi trattati possa confermare la nostra opinione.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina