Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 August;21(4) > Chirurgia 2008 August;21(4):211-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2008 August;21(4):211-3

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Volvolo cecale. Caso clinico

Leanza S., Maria S., Chiarenza S., Castorina G., Scirè F.

Sezione di Chirurgia d’Urgenza e Generale U.O. Clinicizzata di Chirurgia d’Urgenza Dipartimento di Chirurgia Azienda Ospedaliera Vittorio Emanuele II Università degli Studi di Catania, Catania


PDF  


Tra le rare cause di occlusione intestinale troviamo il volvolo cecale. L’ osservazione di un caso clinico ci ha indotti ad una revisione della letteratura. Riportiamo il caso di un paziente di sesso maschile, di 82 anni, che si presenta alla nostra osservazione con un quadro tipico di occlusione intestinale. Sottoposto in urgenza ad intervento chirurgico, si mette in evidenza la presenza di un ceco notevolmente aumentato di volume e dislocato in alto e verso sinistra a causa della sua torsione su una aderenza.
Si procede a viscerolisi ed emicolectomia destra. Il volvolo cecale è poco frequente ed ha quale predisposizione una abnorme mobilità del ceco. I mezzi strumentali svolgono un ruolo fondamentale nella diagnosi poiché il quadro clinico si presenta spesso con una sintomatologia sfumata. Tra le tecniche chirurgiche disponibili troviamo l’emicolectomia destra, la derotazione, la cecopessia e la cecostomia. La nostra esperienza conferma i risultati riportati dalla letteratura che considera l’emicolectomia destra come il trattamento più idoneo e risolutivo di tale patologia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail