Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 June;21(3) > Chirurgia 2008 June;21(3):169-71

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2008 June;21(3):169-71

lingua: Inglese

Insorgenza di cisti idatidea splenica nella XI settimana di gravidanza

L. BARELLINI , G. PASCALE , L. GIULIANI

Department of General Surgery Spedali Riuniti di Livorno, Livorno, Italy


PDF  


La presenza di malattia idatidea splenica durante la gravidanza è una eventualità molto rara. La diagnosi viene ottenuto con l’ecografia, o con la risonanza magnetica. Il trattamento chirurgico è controverso, per il rischio di rottura della cisti, con una reazione anafilattica, o per le possibili recidive. Inoltre, l’esperienza di un trattamento con farmaci antielmintici è limitata, soprattutto nelle pazienti gravide. Descriviamo il caso di una donna di 25 anni, all’11° settimana di gravidanza, ricoverata presso il nostro reparto per addome acuto. All’ingresso una ecografia dell’addome ha dimostrato la presenza di una massa di 8 cm cistica, settata, aderente alla faccia mediale della milza suggestiva per cisti idatidea. La paziente è stata sottoposta a splenectomia totale. Il decorso post-operatorio è stato regolare e la paziente è stata dimessa in settima giornata senza complicazioni. Nel caso da noi descritto, non è stata proposta una terapia medica, poiché la completa rimozione della cisti ha evitato la diffusione della malattia. Il trattamento medico di queste patologie con farmaci antielmintici (praziquantel, mebendazole) è stato proposto da alcuni autori ma in casi di malattia diffusa o nelle recidive. Questi trattamenti in pazienti gravide possono avere effetti teratogenici. In conclusione la presenza di cisti idatidee spleniche, durante la gravidanza è una eventualità molto rara che può manifestarsi con addome acuto e che può essere diagnosticata con una ecografia e trattata chirurgicamente con successo con una escissione completa, mediante splenectomia

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail