Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 June;21(3) > Chirurgia 2008 June;21(3):159-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2008 June;21(3):159-62

lingua: Inglese

Perdita visiva dopo intervento microchirurgico del capo e del collo

Agostini T.

Department of Plastic and Reconstructive Surgery University of Florence, Florence, Italy


PDF  


Sono pochi i casi descritti nella letteratura scientifica di perdita visiva postoperatoria dopo interventi microchirurgici del capo e del collo e tutti sono correlati a legamento delle vene giugulari interne. Due pazienti sottoposti a ricostruzione microchirurgica dopo asportazione di un cancro orale hanno avuto un grave, inaspettato, deficit del campo visivo dopo l’intervento. In entrambi i casi erano state legate le vene giugulari interne. Vengono discusse le potenziali eziologie, diagnosi e gestione. E’ stata richiesta con urgenza una consulenza oculistica: nel primo caso è stata fatta diagnosi di neuropatia ottica ischemia, nel secondo caso è stata fatta diagnosi di occlusione dell’arteria retinica con deficit visivo permanente. Nella microchirurgia del capo e del collo devono essere adottate una serie di procedure preventive comprendenti l’attenta valutazione preoperatoria dei rischi, la valutazione della morbidità e l’utilizzo di occhiali protettivi per gli occhi dei pazienti. Lo stretto monitoraggio intraoperatorio della pressione, della perdita di liquidi, delle correzioni necessarie, rappresentano il mezzo principale per ridurre l’incidenza della perdita visiva post-operatoria.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail